TORTORETO: un Comune fuori dal comune


Lo scorso Agosto 2018 fui contattato da alcune persone che mi chiesero di candidarmi presso il Comune di Tortoreto in quanto stavano cercando una Figura Tecnica da inserire nel nascituro Comitato Tecnico Turistico della cittadina.
A metà settembre fui scelto e abbiamo cominciato l’avventura insieme al Direttivo Comunale, alle Associazioni del Territorio e ad altri Tecnici provenienti dal mondo Accademico.

Tortoreto era già una meta riconosciuta per le sue acque (bandiera blu da circa 20 anni consecutivi) ma necessitava di una spinta che desse nuova benzina agli operatori turistici e alla stessa amministrazione che necessitava di indicazioni pratiche sulle azioni da mettere in campo.

Partivamo da diverse criticità tra cui:
• Stagione Turistica molto breve
• Nessuna finalità condivisa tra gli Operatori
• USP (unique selling proposition) molto sfuocate a seconda di chi rispondeva in merito
• Visione di breve e brevissimo respiro
• Volontà dell’amministrazione di introdurre la Tassa di Soggiorno, ma senza un perché condiviso

Da settembre 2018 ad Aprile 2019 abbiamo fatto un percorso che ha portato il Comune di Tortoreto a raccogliere le prime soddisfazioni per il lavoro svolto:

Tanti gli Eventi che sono approdati a partire dal 
Giro d’Italia, 
il Festival del Saltarello, 
La Notte Rosa dei Bambini, 
Il Borgo Incantato
Il Palio del Barone
…tanto per citarne solo alcuni!...
Ma il Programma redatto è stato molto molto ricco in mille altre iniziative in modo da coinvolgere sia i Residenti che i Turisti (puoi vederlo qui)

Residenti e Turisti: infatti sono stati proprio loro l’oggetto del lavoro del Comitato. 

I Residenti sono essenziali nelle politiche attive della cittadina: se non si prende coscienza che il Turismo è cambiato e che non esiste più la “vacanza di una volta”, non si riesce a costruire nessuna azione veramente utile. Chi fa accoglienza, oltre gli addetti al lavoro, sono il giornalaio, il panettiere, il salumiere, il barista … e pertanto anche loro devono essere parte attiva delle politiche turistiche a sostegno della Città.

Le domande che ci siamo posti sono state: 
ma chi è il Turista che viene a Tortoreto? E soprattutto Perché viene a Tortoreto?

Dopo lunghe analisi di numeri, di storie e anche di turbolenti discussioni, alla fine abbiamo capito che il Turista tipico di Tortoreto è la Famiglia da Aprile a Ottobre e quindi su di essa abbiamo costruito tutta la Strategia, senza tralasciare tutti gli altri mercati come il MICE che soprattutto da Novembre a Marzo la fa da padrone.

Adesso si sa dove andare e come andarci: il primo passo è stato fatto!

La Stagione è in pieno svolgimento, la strada è tracciata e tutti sappiamo che il Percorso non è per nulla agevole. Ma la Positività degli Operatori e la Determinazione della Politica locale danno la giusta spinta al fine di lavorare con Entusiasmo e Passione

Tante sono ancora le problematiche aperte: la Tassa di Soggiorno è stata istituita ed è operativa. 
Ad essa sono stati imputati tutta una serie di Investimenti che bisognerà mettere in campo dal prossimo Autunno diretti al Turista-Famiglia-Eventi. 

Da parte del Comitato c’è grande Energia ed Entusiasmo nel convogliare il tutto in un Nuovo Turismo per Tortoreto. Da settembre riprenderanno le sedute e cominceremo ad organizzare la Stagione 2020 con tanti obiettivi da raggiungere.

Vi aspettiamo a Tortoreto!
 

Condividi